Home > Il conto energia > Vendita diretta
È possibile pensare di costruire un impianto che produca energia in quantità superiore ai propri fabbisogni energetici. In questo caso è valutabile l’opzione di poter vendere l’energia direttamente sul mercato. La vendita può essere diretta o indiretta.

La vendita "indiretta" (opzione più diffusa) si ottiene cedendo direttamente l’energia al Gestore del Servizio Elettrico (GSE) al prezzo di mercato relativo alla zona in cui è collocato l’impianto fotovoltaico, in questo caso si parla di ritiro dedicato.

http://www.gse.it/attivita/Ritiro%20dedicato/Pagine/default.aspx

L’altra opportunità prevista è quella della vendita "diretta" che prevede la vendita di energia in borsa (opzione possibile solo dopo l’iscrizione al mercato dell’energia elettrica gestito dal Gestore del Mercato Elettrico, il GME).
Mentre per impianti inferiori ai 200kWp si può scegliere se valutare lo scambio sul posto o la vendita dell’energia, per impianti superiori a questa potenza si può solo vendere l’energia prodotta.

Certificati Verdi e Tariffa Omnicomprensiva

Il GSE gestisce anche il rilascio di certificati verdi e la Tariffa Omnicomprensiva:

"I Certificati Verdi sono titoli negoziabili che attestano la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile e rappresentano un beneficio per l’Operatore in quanto sono utilizzabili per ottemperare all'obbligo di immissione nel sistema elettrico di una quota di energia elettrica da fonte rinnovabile.

La Tariffa Omnicomprensiva (comprensiva cioè dell'incentivo e del ricavo da vendita dell'energia) è applicabile, su richiesta dell'Operatore, agli impianti entrati in esercizio in data successiva al 31 dicembre 2007, di potenza nominale media annua non superiore ad 1 MW e di potenza elettrica non superiore a 0,2 MW per gli impianti eolici, per i quantitativi di energia elettrica netta prodotta e contestualmente immessa in rete". (Fonte G.S.E.)

Per approfondimenti